http://www.xterra-abruzzo.com/it/

 

 

Abbiamo usato come titolo il link che invitiamo tutti a cliccare, per informarsi sull'importantissimo evento che si svolgerà a Scanno il prossimo 20 luglio.

Pubblichiamo, senza commenti, un articolo pubblicato sul sito del Sole 24 Ore, il portale più visitato d'Italia. Solo questo articolo giustificherebbe tutti i lodevoli sforzi di supporto che la Cotas e l' MTB, insieme a tantissimi volonterosi scannesi, stanno compiendo per garantire la buona riuscita dell'avvenimento sportivo.

GRAZIE A TUTTI...DI CUORE!

Pasquale Caranfa

 

SCANNO - CUORE D'ABRUZZO

 

 

Xterra Italy: debutta a Scanno la prima prova di triathlon off-road

 

 

 

 

 

«Uomo, non temere le sfide, perché sono loro che ti scelgono. Tu devi sognare uomo, devi imparare a sognare, devi pensare che il traguardo è il tuo obiettivo». Parola di Aldo Rock di Radio Deejay che sarà tra i partecipanti della prova di XTERRA ITALY, a Scanno, in Abruzzo, il 20 e 21 luglio. L'XTERRA è la prova numero uno di triathlon "off-road" nel mondo nata, come l'Ironman, alle Hawaii e che da quest'anno, sarà anche in Italia.

 

Scanno, con le acque verdi del suo lago al centro dell'appennino, nel Parco nazionale d'Abruzzo, è il paese che ospiterà la prima edizione della gara. Il paese prende il nome dall'essere posto su uno sperone roccioso a forma di sgabello (dal latino "Scannum", sgabello). Fiore all'occhiello di questo paradiso, è l'omonimo lago, che rappresenta uno dei bacini naturali montani dovuti a sbarramento più ampi d'Italia.

 

Guardandolo dall'alto, si può notare come il lago possieda la forma di un cuore, il cuore di XTERRA immerso nella splendida fauna e flora abruzzese; un eldorado per tutti gli amanti dello sport outdoor, specialmente Mountain Bike, Trail running e Trekking. L'estensione media del lago è di un chilometro quadrato e nel periodo di massima piena raggiunge una profondità massima di circa 36 mt. Scanno è famosa anche per le donne e i loro abiti tradizionali neri, la lavorazione del tombolo e un concorso internazionale di fotografia che negli anni Sessanta portò qui i più grandi reporter internazionali. 

XTERRA nasce nel 1996 sulla spiaggia di Maui. Oggi è leader mondiale delle serie di triathlon off-road con circa 100 eventi in tutto il mondo, gli eventi XTERRA raggiungono un pubblico di 4,5 milioni di persone, contano più di 45mila partecipanti provenienti da oltre 65 Paesi. La gara si compone di solito di tre frazioni: una frazione di nuoto di 1,5 chilometri, un percorso di mountain bike di 30-40 chilometri e di una una prova podistica di 10-15 chilometri. Le gare XTERRA vedono atleti professionisti e amatori competere nella stessa gara. Ogni anno la finale di XTERRA Wolrd Championship si disputa a Maui nelle Hawaii, durante il mese di ottobre.

 

Il campione di triathlon Nicolas Lebrun è stato in Abruzzo lo scorso Dicembre per pianificare tutto il percorso, coadiuvato dal grande team di MTB Scanno, guidato dal presidentissimo Mario De Vincentiis, che da 10 anni organizza una grandissima gara in mtb denominata "Marathon degli Stazzi" e famosa a livello Nazionale.

 

Il cuore di Scanno vi aspetta il 20 e 21 Luglio per vivere la prima edizione di XTERRA Abruzzo, che si preannuncia un evento sportivo senza precedenti, col supporto di Radio DeeJay e la presenza, come si diceva, di Aldo Rock. Un'esperienza indimenticabile per gli amanti dello sport e della natura nel cuore del Parco Nazionale d'Abruzzo.

 

 

 

 

 

 

Trovata la perdita del lago (2)

 

 

Dopo molte ricerche, che hanno visti impegnati sia l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, che molti gruppi di subacquei, finalmente è stato svelato il mistero della discesa delle acque del lago di Scanno.

Una scossa di terremoto avvertita solo da alcuni mitomani locali aveva aperto un buco del diametro di circa 30 centimetri sul fondo del lago, da cui fuoriuscivano circa 10 litri di acqua al secondo. Un nostro coraggioso redattore, anch'egli amatore subacqueo, ha immortalato i tecnici subacquei che sono riusciti a sigillare l'inghiottitoio, immettendo ad altissima pressione un composto di ARIA FRITTA e PATATONE GIGANTI.

subacquei lavoro 1

Il capo della spedizione ha confermato che ora si tratta di aspettare un altro poco di pioggia e lo scioglimento delle nevi primaverili, per ottenere di nuovo il livello di massima piena del lago. Prossimo appuntamento in autunno, per un convegno che si terrà presso i locali della Comunità montana Peligna, dal titolo "Vediamo chi la spara più grossa". Saranno invitati i corrispondenti delle maggiori "testate" locali!

Pasquale Caranfa

Ammainata la bandiera blu

Brutte notizie per il nostro lago e il nostro turismo.

E' ormai certo che quest'anno sarà ammainato il prestigioso vessillo che fregia le rive del nostro lago. Per ragioni ancora da approfondire l'unica località abbruzzese che è stata privata della bandiera blu è la nostra.

 

ammainata flag

 

 

SALUTO ALLA BANDIERA

 

Ragioni burocratiche? Pare di no.

Distrazione collettiva? Sembrerebbe esclusa.

Azioni minatorie delle opposizioni? Lasciamo perdere!

Inquinamento? Baggianate!

 

Voci di piazza bisbigliano biliose di un consigliere provinciale che nottetempo fa pipì  dalla splendida terrazza del ristorante di famiglia, inquinando irreparabilmente le purissime acque dell'Amministrazione del fare di lupesca memoria.

Chissà che non c'entri il fatto che la raccolta differenziata è a Scanno una chimera.

Chissà che non c'entri il fatto che le giornate ecologiche e formative non si siano più svolte.

Chissà che lo stato di abbandono degli alvei fluviali, dei sentieri, delle sponde e delle acque non abbia influito sulla penalizzante scelta?!.

 

Basterebbe rileggere le ripetute denunce del nostro giornale per elencare in dettaglio le possibili motivazioni. Il lupo di Fedro accusava l'agnello di inquinqre l'acqua, anche se l'agnello si trovava a valle rispetto a lui. I novelli lupi fanno lo stesso oggi, accusando chi viene dopo dei danni da essi arrecati.

Sta di fatto che è accaduto di nuovo. Scanno e Villalago perdono la bandiera blu!

In dettaglio, anche quest'anno vince la Liguria, che per la prima volta tocca quota 20 comuni premiati, grazie alle new entry di Framura (SP) e San Lorenzo al Mare (IM), ma la novità assolutà è costituita dalla prima volta del Trentino Alto Adige (ovviamente, sono ammessi anche litorali lacustri), con la splendida Levico Terme. Sul podio, con la regione dell'estremo nord-ovest, le Marche, a quota 18 (più due, grazie a Fermo e Pedaso) e la Toscana, a 17 (più uno, Carrara). A seguire, l'Abruzzo, che mantiene quota 14, con una new entry marina, Francavilla a Mare e un'uscita lacustre, Scanno. Confermano piazzamento, numero e collocazione delle bandiere Campania (13), Puglia (10) ed Emilia Romagna (8). La Sardegna sale di uno, a quota 7, grazie a Tortolì, ma in un'ipotetica graduatoria per numero di singoli litorali - le bandiere in uno stesso comune possono essere assegnate a una o più spiagge, e in molti casi le località dell'isola hanno più riconoscimenti - sarebbe messa meglio, al pari di Marche e Toscana. Nessuna novità per il Veneto, a 6 sigilli, né per il Lazio, a 5. La Sicilia scende a 4, perdendo Pozzallo (RG). A 3 si trovano il Molise, con la novità Campo Marino e la Calabria, che perde 3 vessilli (Marina di Gioiosa Ionica, Cariati e Amendolara. Friuli VG e Piemonte stabili a 2, stessa cosa per Basilicata e Lombardia a quota 1, con la citata singola new entry assoluta del Trentino. In tutto, 9 comuni nuovi e 5 esclusioni. Per queste ultime, però, la FEE stessa spiega che spesso si tratta di mancata canditatura, piuttosto che di constatata inadeguatezza: in buona parte dei casi, siamo di fronte a comuni commissariati, dove l'agenda, purtroppo, non ha tra le priorità assolute la promozione turistico-ambientale. 

 

L’INDICE DELLA FOCE DALLA FONDAZIONE A TUTTO IL 2009

Sono tantissimi i lettori che conservano gelosamente ogni copia del giornale La Foce, risfogliando periodicamente numeri di anni o di decenni precedenti.  La Foce è una miniera di notizie, di ricordi, di emozioni personali e collettive. Da tempo Giorgio Morelli ci ha fatto un regalo importantissimo, producendo un indice analitico del giornale, approfondendo l'indice a suo tempo prodotto per l'edizione dei primi 40 anni di pubblicazione, curata e pubblicata dal compianto fondatore Ennio Pagliari, arricchendolo dei successivi 25 anni, fino a tutto il 2009. Era nostro intendimento pubblicare la versione cartacea dell'opera, ma le risorse necessarie non erano e non sono disponibili. Pertanto abbiamo deciso di fare a tutti i lettori un importantissimo regalo di natale 2013:

L’INDICE DELLA FOCE DALLA FONDAZIONE A TUTTO IL 2009

realizzato da Giorgio Morelli

Leggi tutto...

Pagati gli stipendi ai dipendenti comunali

In relazione alla notizia pubblicata sull'ultimo numero della Foce in edicola, siamo stati contattati dal Commissario prefettizio Dottor Conti, che ci ha pregato di pubblicare il seguente comunicato stampa, già presente sul sito del Comune di Scanno:

"In riferimento a quanto apparso su alcuni organi di informazione locale, si rende noto che le notizie sono completamente prive di fondamento.

Gli stipendi, relativi al mese di marzo, saranno regolarmente pagati ai dipendenti comunali.

Il Responsabile Capo Area

Cesidio Spacone". 

In data 4 aprile apprendiamo con piacere che gli stipendi sono stati pagati. Ne siamo lieti per i dipendenti e per l'immagine del Comune di Scanno.

Siamo certi che l'accaduto sia da ricondursi a un disguido burocratico e non, come riferito dalle solite malelingue, a una sempre più grave carenza di liquidità che affliggerebbe le casse comunali. 

 

Pasquale Caranfa